Cara amica mia.

Tiepido è il mattino, vorrei che un’emozione mi cogliesse di sorpresa. Fosse anche triste, gioiosa, trepidante o speranzosa, purchè mi tocchi dentro. E pensare che son qui! Son viva, ma non so più ascoltarmi e ciò mi fa’ il cuore amaro. Io che di emozioni ne coglievo ovunque, pure in …Continua

“Quando il web può aiutarci a gestire la disabilità.”

“Fareste a meno del caffè al mattino?” “E di una corsetta per tenervi in forma o dell’idromassaggio dopo il bagno?” Mi sembra di sentire la risposta all’unisono. “Sicuramente no!!” Gli automatismi sono comportamenti meccanici, un insieme di consuetudini, di gesti quasi indispensabili dei quali noi diveniamo vittime inconsapevoli. Il web è …Continua

Le circostanze del vivere

“Le storie più belle nascono dalla tua malinconia e così pure le melodie più tormentate e intriganti.”  Lo dico a me stessa, mentre nuoto per non affogare tra le onde più insidiose e crudeli che mai abbiano tentato di sommergermi con tanto accanimento, da quasi riuscirci. La sofferenza è più …Continua

Dietro il sipario

Recitare è un gioco da bambini, è l’illusione di vivere cento, mille vite e più. Vite che siano più interessanti, brillanti, vite forse più felici del nostro vissuto ordinario, del quale spesso subiamo gli effetti frustranti divenendo persone apatiche. Poi arriva una sera d’autunno, bizzarra direi, senza foglie cadute, nè …Continua

Un regalo per sperare

  Una canzone per Riccardo, ci pensavo, seduta sotto le stelle di mezzanotte all’aria calda d’agosto, e sentivo nel cuore il desiderio più dolce: far sorridere una mamma disperata e il suo figlioletto ribelle, affetto da autismo. Mi ricordo la sua voce, anzi, solo le urla a squarciare il silenzio …Continua