Ovunque, Magia.

Cari Amici,
complici il tanto lavoro ed il molto tempo dedicato alle terapie è da un bel po’ che non scrivo. Negli ultimi mesi ho viaggiato, imparato cose nuove, fatto incontri indimenticabili, avviato nuovi progetti e soprattutto ho proseguito nel mio personale progetto di riprendere in mano la Mia Vita.
Ma cosa voglio dire quando parlo di “riprendere in mano la Mia Vita”?
Ebbene, ogni giorno, da oltre sette anni a questa parte, dedico parte delle mie energie per condurre un quotidiano sempre più ricco di azioni semplici ma in quanto tali piene di Magia: allenare le gambe che talune volte “pigre” e “capricciose” non vogliono portarmi in giro, continuare a relazionarmi con i clienti ed a collaborare con loro, coltivare le mie molteplici passioni tra cui viaggiare, scrivere e, cosa per me essenziale, andare alla ricerca della Magia che è sparsa qua e là intorno a me ed a noi.
Per svolgere queste ed altre azioni ho dovuto non solo adattarmi ad un Corpo che è cambiato, ma anche e soprattutto creare nuovi percorsi mentali, percorsi che erano – e lo sono ancora oggi in minima parte… – pieni di incognite e paure. Sì perché uno schema del cammino incerto in me ha provocato un doppio cambiamento da un lato la difficoltà oggettiva nello svolgere le attività quotidiane ma anche e direi soprattutto la paura di non farcela ed il conseguente giudizio dei terzi.
Ma dopo anni di allenamenti e di tentativi posso affermare di aver raggiunto un equilibrio fisico, ma soprattutto spirituale, che mi permette spesso di mettere un segno positivo dinanzi al bilancio della giornata.
Accade così di svegliarmi sorridente al pensiero della giornata che verrà e di avere il medesimo sorriso quando a termine della giornata rivedo gli eventi appena trascorsi.
Utilizzando una metafora nel mio percorso di Malattia – o di Guarigione?… – il danno Fisico si è rapidamente trasformato in un’ombra scura che ha velato il Sole rappresentato dalla Fede e Fiducia in me stesso nel mio percorso di Vita e pertanto – giorno dopo giorno – mi sono adoperato per costruire un Gigantesco Mantice Virtuale comandato dal pensiero Positivo con il quale soffiare sulle Grigie Nuvole che impedivano di vedere la Fiducia di un tempo.
Oggi – con mia grande gioia – quel Gigantesco Mantice è stato sostituito da un altrettanto enorme Ventilatore – anch’esso alimentato dal pensiero Positivo –  il quale con le Sue grandi pale rende sempre terso il cielo così che io possa sempre scorgere la Fiducia e la Fede che ho nel domani, domani che Deve essere necessariamente migliore dell’oggi appena vissuto.
Tutto questo è semplicemente Meraviglioso, come lo è il riuscire nuovamente a svolgere azioni che credevo a me precluse per sempre: tutto è mutato, ma ho ritrovato la Magia di un tempo.
In ultimo, termino questa breve narrazione con una frase di un celebre scienziato Stephen Hawking che come sprone per se stesso e per tutti noi scriveva: “Ricordatevi di guardare le stelle e non i vostri piedi. Per quanto difficile possa essere la vita, c’è sempre qualcosa che è possibile fare e in cui si può riuscire.”
Buona Vita a Tutti Noi, Claudio 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *