La mia quarta rivoluzione

Cari Amici,
in questi mesi, mattone su mattone ed attimo dopo attimo, si sta e sto costruendo l’ennesima rivoluzione nella mia Vita e ciò in ambito privato, lavorativo e soprattutto nel mio modo di approcciarmi al quotidiano con le Sue mille insidie, ma anche con le Sue molteplici opportunità.
Quella che si sta compiendo è per me la quarta rivoluzione della Vita e questa volta vi sono arrivato con gradualità, ma soprattutto con piena consapevolezza ed autodeterminazione.
Questa volta non ho subito gli eventi, bensì li ho plasmati a mio “uso e consumo”.
Ma in cosa consiste davvero questa mia rivoluzione?
Nuovi progetti di lavoro, molti viaggi, forse una nuova casa, una famiglia tutta mia, proprio quella famiglia che tanto sognavo e desideravo ed ancora altro, il tutto partendo da me stesso. Il “solito” Claudio con le sue passioni e valori.
In questo momento sono in cammino, la Vita mi regala quotidianamente istanti di magia e ogni giorno mi adopero per fare un passo in avanti, consapevole che anche un solo passo in più, ma fatto ogni giorno, può portarmi dove mi sono prefissato di arrivare.
Certo il mio percorso di Vita non è propriamente lineare e questo in quanto la Vita mi dona anche ostacoli e difficoltà: questi ultimi sono molti, anzi a dire il vero moltissimi, ma fanno parte del gioco e vanno pertanto gestiti e, ove possibile, superati.
Sono sincero nel dire che affronto e Vivo questa quarta rivoluzione con grande curiosità e nel contempo sono consapevole di avere gli strumenti per gestire al meglio le situazioni che si frapporranno tra me ed il raggiungimento della destinazione che mi sono prefissato.
Nello scrivere questo mi rendo conto di risultare forse un poco superbo, ma ci tengo a sottolineare che oggi mi sento forte perchè ho compreso quanto io in realtà sia fragile, fragilissimo. Usando una metafora sono quel vaso di coccio che viaggia in mezzo a tanti vasi di ferro. I vasi di ferro sono sicuramente più adatti a viaggiare e spesso – anche se involontariamente – danneggiano il mio vaso, ma io anche se sbeccato e con qualche crepa sui fianchi ho compreso che questa è la mia natura e proprio partendo da essa posso continuare il viaggio insieme a tutti gli altri vasi.
E dunque con fiducia immagino il mio futuro prossimo e vedo che tanta Magia ancora mi attende.
Mi congedo condividendo un aforisma che ho trovato sulla pagina di una mia Amica viaggiatrice. Aforisma che ho fatto mio:
“Tutto arriva per un motivo, e bisogna lasciarlo scorrere senza attaccamento. Lascia scorrere, tutto viene e tutto va.
Let it flow. Naturally.”
Buon cammino a me e Buon Cammino a Tutti Noi.
A presto, Claudio. 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *