Cambiare Vita

Siamo talmente abituati alla nostra vita che spesso un qualsiasi cambiamento ci spaventa, e sovente per paura non compiamo un passo importante, specie quando questo significa lasciare agiatezze e tranquillità per abbracciare problemi e preoccupazioni. E se qualcuno è disposto a rischiare quando ha in testa un progetto, specie se lavorativo, quanti sarebbero disponibili a barattare la propria serenità affinché altri possano star bene? Chi è disposto a dire “Rinuncio a mangiare al ristorante per risparmiare denaro da donare ai poveri”? oppure “Accolgo in casa un bambino maltrattato, problematico e mi metto in gioco con i servizi sociali, il tribunale ed i genitori naturali”?.
Per l’adozione tutti sono disponibili purché si tratti di un bambino piccolo, carino, senza problemi fisici, magari di buona etnia italiana.
Per l’affidamento invece quante famiglie sono disposte ad aprire le porte di casa?
Ventisei milioni sono le famiglie italiane, ma in affidamento familiare ci sono soltanto tredicimila bimbi, vale a dire lo 0,05 per cento: una famiglia ogni duemila!
Non vuole essere il mio un giudizio oppure una condanna, ma una constatazione per capire il motivo di tanta diffidenza, alla cui base c’è sicuramente una serie di paure.
Ma per quanti timori possiamo avere dovremmo riflettere sul fatto che mentre noi proviamo l’angoscia di affrontare un percorso ed un cambiamento, migliaia di bambini soffrono nelle proprie case perché maltrattati, abusati, uccisi nella loro fanciullezza, costretti a divenire adulti alla svelta.
Dovremmo però riflettere anche sugli aspetti positivi di certi cambiamenti, anche su di noi e sulla nostra famiglia perché un bambino porta gioia, educare un bambino ci fa sentire importanti per qualcuno, dare la possibilità ad un bambino di vivere la propria infanzia serenamente comporta migliorare il mondo di domani rendendolo un adulto responsabile in grado di tutelare, amare e difendere i propri figli.
Non abbiate paura di un cambiamento.
E se non ve la sentite di accogliere fisicamente un cucciolo d’uomo ferito e spaventato nella vostra casa, almeno accoglietelo nei vostri cuori stando vicino ai nostri bambini, venendoli a trovare, o magari preoccupandovi dei loro bisogni con un affidamento a distanza. Almeno è un inizio per comprendere meglio questo magico mondo dell’affido
—————————-
La paura dei cambiamenti è normale, ma per crescere e migliorare come persone dobbiamo affrontare e superare le nostre paure

Il tuo 5 x 1000 all’Associazione Amici della Zizzi
darà un sorriso ad un bimbo che ha bisogno di te.

E’ sufficiente la tua firma ed il nostro
Codice Fiscale: 9 2 0 1 8 0 4 0 4 9 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *