Jumbo

Non ti dimenticherò facilmente. Sei stato parte di me e lo sei tutt’ora. A dir la verità, lo sarai fino a quando Altro prenderà il tuo posto e qualcosa mi dice anche qualche giorno dopo. Ho preso a parlarti, nemmeno fossi una persona in carne e ossa, ancor prima che …Continua

Il Muro

Ho detto no. Ho detto no ad essere altro da me stessa. Ho detto no al dolore di quello che ho irrimediabilmente perso. Ho detto no alla resa che con prepotenza ha provato ad imporsi. Ho risposto sì. Ho risposto sì a domande silenziose. Ho risposto sì accogliendo un nuovo …Continua

Occhi negli occhi

Uno sguardo ti oltrepassa l’anima. Due occhi puntati addosso li senti frugarti dentro, insinuarsi tra le pieghe dei tuoi vestiti. Seguiranno i tuoi gesti, le tue espressioni, non si lasceranno scappare neppure il movimento delle tue labbra perdersi in una risata o in una smorfia contrita. E quando tu finalmente …Continua

“Fuerza”

Dipinsi il viso di un inchiostro strano quel giorno: il giorno che chiamai, tra me e me, punto di ripartenza. Intinsi abbondantemente le dita in una specie di melma nera dai poteri misteriosi e tracciai una diagonale con un movimento deciso dell’indice della mano, partendo dall’angolo esterno dell’occhio e scendendo …Continua

A prescindere, essere!

Abbiamo tutti qualcosa che ci fa sentire imperfetti. Nel mio caso e nel caso di molti altri, la nostra imperfezione è rappresentata da una malattia. Alcuni di quelli che tentano di rendere l’imperfezione una normalità, finiscono per incaponirsi sottolineando le diversità o l’importanza di un corpo perfetto. La perfezione fisica …Continua

Io

Mi sono presa il diritto di essere esattamente ciò che voglio, in qualsiasi momento, in qualsiasi circostanza. Ed ecco che i miei sorrisi si son fatti più grandi, le mie lacrime hanno preso a scorrere senza più sentirsi inadatte. Le emozioni si sono fatte carne, e la rabbia mi è …Continua

Febbre

Quando bevo troppo, l’alcool mi ruba i sogni. Spezza il sonno, lo disintegra, ne posso solo assaggiare un boccone e poi sbarro gli occhi al soffitto. Non dovrei neanche bere perché i farmaci mi consumano il fegato ma è il mio atto autolesionista e allora non mi freno perché sono …Continua