Datemi un momento

Il nostro incontro non è stato dei più idilliaci. Quella che doveva esser una passeggiata si è rivelata un giro sulle montagne russe a testa in giù. Ed ora eccoti qui. Attaccato al mio braccio, un signor corpo estraneo mi vien da dire. Per la scienza il tuo nome è …Continua

Per compensazione

Qualche giorno fa ero seduta sul mio sgabello in giardino, già pronta per uscire. Mi stavo silenziosamente incitando ad alzarmi, come succede quando il dolore infierisce in maniera troppo prepotente sul mio fisico. In questi casi, agisco in automatico, “secondo copione”. Basta un input iniziale, al resto penso io: nei …Continua